ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Obama ammette che nel Laos le bombe Usa della guerra in Vietnam continuano ad uccidere

mondo

Obama ammette che nel Laos le bombe Usa della guerra in Vietnam continuano ad uccidere

Pubblicità

Un “obbligo morale”. È questa la definizione utilizzata da Barack Obama in visita nel Laos per partecipare al vertice dell’Asean. Primo presidente statunitense a recarsi in visita nel paese dalla guerra in Vietnam, ha ammesso che il Laos è stato bombardato più della Germania e del Giappone.

Durante la guerra scoppiata nel ’64, il Laos si era ritrovato nel mirino delle bombe di Washington che puntavano i combattenti nord vietnamiti nascosti nel paese.

“Sono consapevole che i postumi della guerra continuano a uccidere qui nel Laos – ha detto il presidente Usa – Ci sono molte bombe inesplose. Nel corso degli anni, migliaia di persone sono state uccise o ferite, tra cui molti contadini al lavoro nei campi o bambini che stavano giocando. Le ferite, come la perdita di una gamba o di un braccio, durano poi tutta la vita”.

Obama ha annunciato aiuti per 90 milioni di dollari. Un budget consistente se paragonato ai 100 milioni di dollari versati in vent’anni in un paese dove vige un regime repressivo.

Al vertice dell’Asean il clima è rimasto teso dopo gli insulti del presidente filippino Duterte contro il collega statunitense. Il faccia a faccia tra i due è saltato anche se Duterte ha presentato delle vaghe scuse.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo