ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Caos in Gabon dopo presidenziali: esercito bombarda sede opposizione

mondo

Caos in Gabon dopo presidenziali: esercito bombarda sede opposizione

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Parlamento in fiamme e assalto a colpi d’arma da fuoco contro il quartiere generale dell’opposizione. È caos in Gabon dopo le elezioni presidenziali.

Gli scontri sono scoppiati a Libreville dopo che la Commissione elettorale ha confermato la vittoria del presidente uscente Ali Bongo con un margine di poco meno di 5.600 voti sul suo rivale, Jean Ping.

Il quartier generale di quest’ultimo, ha denunciato lo stesso oppositore, è stato assaltato anche con bombardamenti dagli elicotteri. Due persone sono morte e oltre 20 sono rimaste ferite.

“La Francia è preoccupata per la situazione in Gabon – dice il ministro degli Esteri francese, Jean-Marc Ayrault – ci auguriamo che il voto del popolo del Gabon sia rispettato e riteniamo che, se necessario, il risultato sia contestato attraverso un processo giudiziario e non con la violenza. C‘è bisogno di un forte segnale di trasparenza, per questo chiediamo che i risultati delle elezioni siano pubblicati seggio per seggio”.

Ali Bongo Odimba è al potere dal 2009 dopo aver sostituito il padre. Il presidente uscente potrebbe aver ottenuto la rielezione grazie ai voti ottenuti nel suo feudo familiare, l’Alto Ogooue, dove ha raccolto oltre il 95% dei voti, con un’affluenza superiore al 99%.

L’opposizione chiede il riconteggio dei voti in ogni seggio. Ping ha detto che il popolo “difenderà con tutti i mezzi la vittoria”.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo