ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Antitrust Ue vs Apple, "L'Irlanda recuperi i 13 mld di tasse non versate"

Redazione di Bruxelles

Antitrust Ue vs Apple, "L'Irlanda recuperi i 13 mld di tasse non versate"

Pubblicità

Passerà alla storia, la Commissaria alla Concorrenza Margrethe Vestager per aver sferzato uno dei colpi più potenti, mai assestati contro gli sgravi fiscali alle multinazionali. Dall’antitrust europeo arriva la richiesta al Governo di Dublino di richiedere ben 13 miliardi di euro a Apple per recupero tasse non versate.

“Consideriamo questi 13 miliardi come tasse non pagate grazie ad accordi fiscali ad hoc, che hanno permesso ad Apple di raccogliere i propri profitti attraverso una società non tassabile dalla legge irlandese. Si tratta di un beneficio altamente selettivo per una società, non in linea con le norme comunitarie” ha spiegato a Bruxelles la Vestager.

A fronte di una tassazione media applicata da Dublino alle aziende del 12%, Apple ha goduto dal 2003 al 2014 di una tassazione a deduzione progressiva, che dal 1% è arrivata fino allo 0,005%.

Gli accordi che risalgono al 1991 si basano sulla creazione da parte di Apple di due società fittizie basate in Irlanda alle quali sono stati trasferiti tutti i profitti delle vendite europee.

“La retroattività implicherebbe un cambiamento delle regole. Nessuna regola, però, è stata cambiata. Stiamo parlando di tasse non pagate, ed è una questione completamente diversa. Credo sia importante fare il nostro lavoro e anche essere sicuri di garantire una concorrenza equa in tutta Europa, dove le società non godano di benefici selettivi” spiega ancora la Vestager ad Euronews.

Da Cupertino, Apple fa sapere di essere pronta a fare appello contro la decisione europea e minaccia ripercussioni negativi su investimenti e sviluppo in Europa.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo