ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Turchia incrementa gli attacchi al confine con la Siria, Erdogan: "Andiamo avanti"

mondo

Turchia incrementa gli attacchi al confine con la Siria, Erdogan: "Andiamo avanti"

Pubblicità

La Turchia ha incrementato l’offensiva nel nord della Siria, nell’area di confine. 40 civili sono stati uccisi da colpi d’artiglieria turchi secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, 25 terroristi curdi secondo Ankara. Erdogan ha ribadito che andrà avanti “con la medesima foga” per colpire sia i combattenti curdi sia i jihadisti dello Stato islamico.

Il Califfo ha già perso diverse località, come Jarablus e Manbij. Obiettivo di Ankara è ora assumere il controllo di Manbij, strappata nelle scorse settimane agli jihadisti dalla coalizione delle Forze democratiche siriane (Sdf) a maggioranza curda. “Le milizie curde dell’Unità di protezione popolare stanno compiendo una pulizia etnica. Devono ritirarsi a est dell’Eufrate, altrimenti saranno un obiettivo” militare per la Turchia, ha ribadito il ministro degli Esteri di Ankara, Mevlut Cavusoglu.

La tensione tra turchi e curdo-siriani è alle stelle. Per Ankara Manbij era un limite invalicabile. L’operazione Scudo sull’Eufrate è stata lanciata dopo la partecipazione dei combattenti curdi alla liberazione di Manbij.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo