This content is not available in your region

Siria: il regime bombarda postazioni curde, Pentagono "militari Usa sotto le bombe"

Access to the comments Commenti
Di Salvatore Falco  Agenzie:  Ansa
Siria: il regime bombarda postazioni curde, Pentagono "militari Usa sotto le bombe"

<p>Il giorno dopo l’apertura per un cessate il fuoco di 48 ore ad Aleppo, In Siria si apre un nuovo fronte di guerra.</p> <p>Le forze speciali statunitensi sono finite sotto i bombardamenti dell’aviazione siriana nella città nordorientale di Hasaka, un’area dove stanno assistendo i combattenti curdi.</p> <p>Nessuna vittima tra i militari, ma almeno 13 civili sono morti nel bombardamento. Il Pentagono sottolinea che il regime di Damasco è stato avvisato di non interferire più con le forze della coalizione sul terreno.</p> <p>“Guardate come sono ridotti i negozi – dice un abitante di Hasaka – Qui vivono civili, non combattenti. Siamo rimasti sorpresi. Anche nelle zone militari hanno colpito un’area dove risiedono civili”.</p> <p>Mosca dice non essere coinvolta nell’operazione su Hasaka e diffonde il video di un missile da crociera Kalibr contro obiettivi nella provincia di Aleppo degli ex Al Nusra del Fronte Fatah Al Sham.</p> <p>L’attacco dei governativi siriani contro i curdi, però, viene visto come una conseguenza diretta del riavvicinamento in atto tra Turchia e Russia.</p> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="en"><p lang="it" dir="ltr">“Il senso morale di una società si misura su ciò che fa per i suoi bambini.” Dietrich Bonhoeffer <a href="https://twitter.com/hashtag/Siria?src=hash">#Siria</a> <a href="https://t.co/SozP61Gqzr">pic.twitter.com/SozP61Gqzr</a></p>— Roberto Saviano (@robertosaviano) <a href="https://twitter.com/robertosaviano/status/766334523755728896">August 18, 2016</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="en"><p lang="it" dir="ltr">Nessuna tregua in Siria, missili russi dal Mediterraneo  <a href="https://t.co/FJKz5bkIbu">https://t.co/FJKz5bkIbu</a></p>— La Stampa (@LaStampa) <a href="https://twitter.com/LaStampa/status/766735031398076416">August 19, 2016</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="en"><p lang="it" dir="ltr">Curdi in fuga dai raid del governo nel nordest della Siria. Foto: Delil Souleiman, Afp. <a href="https://t.co/940mjISPvj">https://t.co/940mjISPvj</a> <a href="https://t.co/4RyQLtMhST">pic.twitter.com/4RyQLtMhST</a></p>— Internazionale (@Internazionale) <a href="https://twitter.com/Internazionale/status/766541040580894720">August 19, 2016</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script>