ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria: liberata dall'Isil la città strategica di Manbij

mondo

Siria: liberata dall'Isil la città strategica di Manbij

Pubblicità

Festeggiano in Siria gli abitanti di Manbij. La loro città, che si trova nel nord del paese, è stata liberata dai jihadisti dell’Isil, che l’avevano occupata due anni fa.

La coalizione curdo-araba, delle Forze democratiche della Siria, sostenuta dagli Stati Uniti ha combattuto per 73 giorni per cacciare le milizie del sedicente Stato Islamico, che prima di darsi alla fuga hanno utilizzato come scudi umani circa 2,000 civili, di cui solo una parte sarebbero tornati in libertà.

Per l’Isil, che continua a mantenere in scacco altre città del paese, la perdita del controllo di Manbij rappresenta un duro colpo. La città è strategica per le linee di rifornimento dalla frontiera turca a Raqqa, considerata la “capitale” siriana del sedicente Stato Islamico.

Anche la battaglia di Manbij è stata sanguinosa, come a suo tempo era stata quella per liberare Kobane. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani vi hanno perso la vita almeno 440 civili.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo