ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Thailandia: essere turista a Hua Hin il giorno dopo

mondo

Thailandia: essere turista a Hua Hin il giorno dopo

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Nell’ospedale di Hua Hin la ministra del turismo e dello sport obkarn Wattanavrangkul ha fatto visita ai feriti. Fra di loro anche un italiano, Andrea Tazzioli. Al momento dell’esplosione stava festeggiando il suo cinquantunesimo compleanno.

Da ex militare, ha capito subito di non essere in pericolo di vita. Ma intorno a sé, ha visto il caos: “Sangue, urla, feriti, una persona morta, c’era chi urlava, chi scappava, chi piangeva, chi sveniva, chi non sapeva che cosa fare… Qualcuno è intervenuto ad aiutarmi, poi è arrivata la polizia e mi hanno portato all’ospedale”.

I pochi turisti presenti sulle spiagge all’indomani degli attacchi si sono trovati di fronte agenti e cani poliziotto intenti a controllare che nell’area non ci fossero altri esplosivi.

Un turista finlandese commenta: “Naturalmente è molto triste. Siamo venuti qui in vacanza e non ci aspettavamo niente del genere. Ora è tutto strano, tutte le strade sono deserte, immagino che la gente abbia paura dopo quel che è successo”

Hua Hin, destinazione turistica rinomata per la sua tranquillità e le sue spiagge, è anche la residenza preferita della coppia reale tailandese.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo