ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La centralità del gioco nello sviluppo cognitivo del bambino

learning world

La centralità del gioco nello sviluppo cognitivo del bambino

In partnership con

Tra i ricercatori è sempre più diffusa la convinzione che, durante l’infanzia, il gioco favorisca lo sviluppo delle capacità cognitive, gettando le basi per una vita di apprendimento.

Cina, gioco libero

In Cina, i metodi di insegnamento tradizionali quali la memorizzazione sono stati a lungo la regola. Ma alcune scuole materne nella contea orientale di Anji hanno adottato un sistema alternativo, che vede nel gioco uno strumento efficace per instillare, fin dalla più tenera età, fiducia in sé stessi e spirito di collaborazione.

Cheng Xueqin, fondatrice di AnjiPlay: “Noi restituiamo ai bambini il loro diritto di giocare. In qualche modo, li abbiamo liberati. Ma sono anche in grado di concentrarsi su un compito. Devono averne la capacità quando giocano. Ed è qualcosa che si rivelerà molto utile per i loro studi futuri”.

Stati Uniti, gioco mirato

Familiarizzarsi con i testi di Shakespeare e il gioco degli scacchi, già a 4 anni di età, può aumentare le chance di accedere un giorno alle università più prestigiose d’America. E’ la scommessa della Goddard School di New York.

Tyler Schwartz, insegnante di scacchi: “L’alfabetizzazione dei bambini aumenta anche del 10 e del 15 per cento. Giocando a scacchi, si ottiene un miglioramento delle funzioni mnemoniche, della capacità di calcolo, delle capacità decisionali”.

Prossimo Articolo