ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Emergenza incendi in Portogallo: di chi è la responsabilità?

mondo

Emergenza incendi in Portogallo: di chi è la responsabilità?

Pubblicità

Dal 5 agosto sono scoppiati 160 incendi in Portogallo, mobilitati più di tremila pompieri. Una storia che si ripete ogni anno. L’estate i vigili del fuoco non hanno tregua, alle prese con i roghi che consumano decine di migliaia di ettari di foreste. Il Portogallo è il Paese più colpito in Europa dagli incendi, secondo fonti ufficiali europee. Oltre un terzo dei roghi scoppiati tra il 2000 e il 2013 tra i Paesi del Mediterraneo, si sono verificati in Portogallo.

Ne abbiamo parlato con Jaime Marta Soares, presidente dell’Associazione portoghese dei vigili del fuoco.

Filipa Soares, euronews: Come mai ci sono cosi tanti incendi in Portogallo?

Jaime Marta Soares: Il problema secondo me è la cattiva gestione delle foreste. Non c‘è prevenzione, le foreste sono abbandonate a se stesse, stessa sorte tocca alle città e alle zone industriali circostanti. Dobbiamo, poi, le aggiungere le alte temperature, che sono influenzate dal Mediterraneo, i tassi di umidità molto bassi e i venti fuori dal comune. Gli alberi prendono fuoco facilmente, la foresta rappresenta una sorta di carburante, perché non c‘è alcun tipo di gestione. Questo fa del Portogallo una torcia continua. Per me la responsabilità è politica, punto il dito contro il Ministero dell’Agricoltura, il Segretario di Stato per le Foreste e l’Istituto portoghese per la conservazione della natura e delle foreste (ICNF) perché nel corso degli anni non hanno fatto nulla di incisivo per cambiare il volto delle nostre foreste.

Filipa Soares: Siamo ogni anno di fronte allo stesso problema, si dice che bisogna investire nella prevenzione, perché non cambia nulla?

Jaime Marta Soares: Credo che molti politici che hanno responsabilità in questo settore siano incompetenti. Ci sono persone che lavorano bene sul campo in Portogallo. Bisogna dare loro i mezzi e la libertà per sviluppare le loro conoscenze. I politici sono molto bravi a parole, in questi casi è normale che dicano molte cose su quello che sta accadendo, ma la maggior parte di loro non ne sa nulla. Secondo me c‘è stata incompetenza da parte di molte delle persone che hanno fatto parte di diversi governi, non solo di questo, a partire del responsabile del settore forestale.

Filipa Soares: Che risorse hanno i vigili del fuoco per combattere questi incendi? Sono sufficienti per contrastare il fenomeno?

Jaime Marta Soares: I portoghesi possono andare fieri del fatto che, nonostante la mancanza di prevenzione e pianificazione, la Protezione civile, per quanto riguarda la lotta agli incendi forestali, è cresciuta in modo fantastico. Siamo tra i migliore in Europa e nel mondo. Direi che quest’anno, il nostro dispositivo è in termini di organizzazione tra quelli al primo posto, ci sono più formazione ed esercitazioni e una maggiore integrazione con le altre forze, come la Guardia Nazionale Repubblicana e l’Esercito.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo