ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'Azerbaigian parla in musica al mondo

Cult

L'Azerbaigian parla in musica al mondo

In partnership con

Fino a qualche anno fa, in pochissimi , fuori dall’Azerbaigian, conoscevano l’esistenza di Gabala.

Persa tra lussureggianti colline, la cittadina azera conserva il fascino antico di un tempo passato.
Negli ultimi 8 anni, Gabala è stata anche la capitale musicale del Paese, ospitando il Gabala International Music Festival.

Farhad Badalbeyli, direttore artistico del festival:

“Questo è l’anno del multiculturalismo in Azerbaigian. Abbiamo voluto rappresentare una varietà di culture al festival e siamo molto fieri del risultato”.

Castro Romero, Flamenco Dance Company:

“Siamo una grande famiglia, il gruppo è originario del sud della Spagna, l’Andalusia”.

Ballerina di flamenco:
“Il flamenco è passione, è vita”.

Castro Romero, Flamenco Dance Company:

“La grande cosa di quando arrivi in un posto nuovo è l’adrenalina, si è un po’ nervosi, ti chiedi come sarai accolto dal pubblico?”.

Ballerina di flamenco:
“Quando si levano le note della chitarra, l’emozione nella voce del cantante, l’energia della danza, tutti i cuori battono all’unisono”.

Una serata del festival è stata dedicata al Mugham, la musica azera che lascia ampio spazio all’improvvisazione e in cui il canto è accompagnato dalla musica di strumenti tradizionali azeri.

Polad Bülbüloğlu, ambasciatore azero in russia e musicista azero:

“È una carica di energia per il futuro, per i giovani musicisti che potranno partecipare a questo al festival. Si respira un’atmosfera di amicizia e di serenità qui al festival. Ed è questo di cui il mondo oggi ha bisogno”.

Prossimo Articolo