ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il prezzo delle Olimpiadi

mondo

Il prezzo delle Olimpiadi

Pubblicità

Il Brasile non ha avuto una marcia di avvicinamento facile alle Olimpiadi che stanno per aprirsi.

Mesi prima dell’evento, preoccupazioni sono state sollevate sul livello di inquinamento delle acque della Baia Guanabara di Rio de Janeiro.

Poi la notizia che Mario Cilenti, incaricato di verificare che il villaggio per gli atleti fosse adeguato, è stato licenziato dopo che molte stanze si sono rivelate inadatte o non completate.

Quindi c‘è stato il crollo della rampa principale del porto, colpita da onde alte del mare in tempesta.

Tutto questo mentre il Paese è attraversato da proteste contro la corruzione, i ritardi nei pagamenti dei lavoratori e gli scandali che hanno coinvolto i più alti livelli di governo.

Il prezzo finale previsto è di oltre 4 miliardi di euro, secondo un recente rapporto sul costo dei Giochi.

Gli abitanti fanno sentire la loro voce per sottolineare che non hanno ancora visto i benefici di tutto questo.

Londra 2012

Ma nonostante l’alto costo, quelli di Rio sono lungi dall’essere i Giochi estivi più costosi.

Il primato va a Londra 2012, evento costato più di 10 miliardi.
Secondo il rapporto,
Londra aveva vinto la gara per aggiudicarsi i Giochi con un costo stimato che si è rivelato, due anno dopo, inadeguato ed è stato rivisto al rialzo “del 100%”.

I Giochi meno costosi sono stati invece quelli di Tokyo 1964, con circa 250 milioni di euro.

Lo studio continua affermando che per una città e una nazione decidere di ospitare le Olimpiadi significa sobbarcarsi uno dei più costosi ed economicamente rischiosi megaprogetti che esistano, una cosa che molte sedi hanno imparato a loro spese.





Sochi 2014

Il costo dei Giochi di Sochi fu preventivano intorno ai 20 miliardi di euro, la cifra più elevata per Olimpiadi invernali. Il conto finale lievitò fino a quasi 50 miliardi, includendo le infrastrutture costruite, compresi 50 km di ferrovia per collegare la città alle piste da sci di Krasnaya Polyana.



Atene 2004


I Giochi di Atene costarono meno di 3 miliardi, ma quella spesa fu pagata molto cara dal Paese, perché contribuì a farlo piombare, quattro anni dopo, nella crisi del debito.

L’eredità dei Giochi del 2004 è una città costellata di strutture sportive elefantiache costate miliardi e cadute in rovina.





Montreal 1976

Sono passati 40 anni, ma i canadesi hanno appena cominciato a riprendersi dalle spese fatte per i Giochi di Montreal.

Il costo è salito del 720% e la città di Montreal ci ha messo 30 anni a restituire i prestiti fatti per affrontare la preparazione dell’evento.

Il piano prevedeva che i Giochi si svolgessero intorno allo stadio “Big O”, che fu chiamato così a causa del foro sul tetto, ma che finì per rappresentare il buco nel bilancio della città.

La preparazione fu in ritardo fin dall’inizio. I lavoratori fecero in sciopero per 130 giorni in totale, il 30% del tempo dedicato a costruire le sedi.

Il CIO fu così preoccupato che cominciò a fare plani per spostare l’evento in Messico.

L’aumento dell’inflazione, i costi delle ore di straordinario e la corruzione portarono le autorità provinciali ad assumere la guida del progetto.

L’architetto francese Roger Taillibert, che prima di essere rimosso dal progetto del Villaggio olimpico aveva creato il Parc des Princes a Parigi, ha affermato: “La costruzione del Parco Olimpico e dello stadio mi ha mostrato un livello di corruzione organizzata, furti, mediocrità, sabotaggi e indifferenza che non avevo mai visto prima e che non ho mai più visto dopo. Il sistema era un completo fallimento ed ogni azienda di costruzioni coinvolta sapeva di poter semplicemente aprire questo pozzo di denaro e servirsi.”



Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo