ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Sicurezza, la telecamera identifica i volti è una realtà

hi-tech

Sicurezza, la telecamera identifica i volti è una realtà

In partnership con

La protezione della casa o dei propri cari quando si è lontani si basa soprattutto su sistemi di sicurezza che utilizzano telecamere e sensori.

Grazie ad una tecnologia sviluppata da un’azienda francese è ora possibile anche identificare chi si presenta alla porta per valutare se farlo entrare. Oppure è possibile infomati se una specifica persona si trova in casa o meno. La telecamera utilizza delle tecnologie di riconoscimento morfologico per realizzare il profilo del soggetto in esame.

Quindi il soggetto sarà ammesso all’ingresso in casa solo se il processo di riconoscimento andrà a buon fine, il prorietario sarà aggiornato sull’esito dell’esame via smartphone attraverso un’apposita app.

Janina Mattausch, Product Marketing Manager, Netatmo:
“Attualmente le telecamere di sicurezza non sono tanto “intelligenti”. Possono segnalare che qualcosa si sta muovendo ma non possono dirti se sia un essere umano identificandolo, non sono in grado di percepire la differenza. Quindi possono lanciare allarmi ingiustificati anche solo perché la luce é accesa, l’utilizzo può rivelarsi fastidioso. Ma se si è una persona che lavora molto e si è spesso lontani da casa e si vuole sapere cosa sta accadendo nell’abitazione, abbiamo sviluppato una tecnologia che riconoscendo le persone permette di sapere chi c‘è, se si stratta dei tuoi figli o di un intruso”.

Per l’identificazione sono necessari pochi scatti del viso di una persona.

Questo permetterà al proprietario di creare un profilo completo di nome.

La telecamera è munita di luci infrarosse e un campo visivo di 130 gradi utilizza il wifi domestico per funzionare.manca ancora la rilevazionie dei suoni e non salva le immagin in una cloud.

Janina Mattausch: “La telecamera è munita di un algoritmo che permette l’identificazione del volto, calcola ogni caratteristica morfologica traducendo ogni caratteristica in numeri utili a ricavare il profilo”

Grazie al riconoscimento del volto la telecamera ha permesso di catturare un ladro in un appartmento di Parigi.

Damien, nome di fantasia, ha deciso di riscorrere all’utilizzo della telecamera “intelligente” dopo avere e ralizzato che i soldi sparivano da un cassetto del soggiorno di casa.

Ha potuto in questo modo fornire le immagini del ladro alla polizia che è stato arrestato. “Ero al lavoro quando il mio telefono ha vibrato, racconta Damien, ho pensato: “Sarà una falsa allerta”. Ma le notificazioni mi stavano avvisando che c’era del movimento nel mio appartamento e anche la app per il riconoscimento del volto non identificava nessuno che conoscessi. Visto che è possibile avere il video, ho seguito l’azione in diretta”.

Questo tipo di telecamere intelligenti possono inoltre essere utilizzate per la sorveglianza dei bambini oltre che nella protezione del proprio ambiente familiare, quando si è quotidianamente fuori casa.

Janina Mattausch: “Se ci fosse un intruso in casa sarei allertata dalla telecamera quindi non devo più preoccuparmi di cosa stia succedendo a casa o cosa stia accadendo ai miei bambini, se siano già a casa o meno. Posso contare sulla telecamera”.

Secondo una ricerca statunitense condotta da Gartner, 6.4 miliardi di strumenti simili connessi via internet sono in via d’utilizzo quest’anno, circa il 30% più del 2015.

Prossimo Articolo