ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Rio 2016: una squadra di profughi ai Giochi per la prima volta

Sport

Rio 2016: una squadra di profughi ai Giochi per la prima volta

Pubblicità

Per la prima volta nella storia dei Giochi a Rio sarà presente una squadra formata da profughi, che sfilerà allo stadio Marcana con la bandiera a cinque cerchi. La delegazione è composta da 10 atleti selezionati dal CIO il cui status è stato verificato dalle Nazioni Unite.

Si tratta di cinque atleti del Sudan del Sud – Anjelina Nada Lohalith (1500m), Rose Nathike Lokonyen (800m), Yiech Pur Biel (800m), James Nyang Chiengjiek (400m) e Paulo Amotun Lokoro -, due nuotatori siriani (Rami Anis e Yusra Mardini), due judoka della Repubblica Democratica del Congo (Yolande Bukasa Mabika e Popole Misenga) e un maratoneta etiope (Yonas Kinde).

A capo della spedizione ci sarà l’atleta keniota Tegla Loroupe, impegnata nel sociale con una fondazione che porta il suo nome oltre ad essere ambasciatrice per lo sport di Unicef ed Onu.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo