ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Donald Trump si difende dagli attacchi di Michael Bloomberg

mondo

Donald Trump si difende dagli attacchi di Michael Bloomberg

Pubblicità

Donald Trump si difende così, parlando all’Adler Theatre di Davenport, in Iowa, dagli attacchi ricevuti nel corso della convention democratica. “Avrei voluto colpire duramente un paio di quelli che hanno preso la parola. Ero pronto ma poi ho ricevuto una telefonata da un governatore che stimo “Donald come stai?”, mi ha chiesto.” Va tutto bene, ma stanno dicendo davvero cose brutte sul mio conto e voglio colpire queste persone in maniera dura, un ragazzo in particolare, e lo voglio fare in modo così violento da farlo sentire male, non riuscirà a capire quello che gli sta accadendo”.

Il riferimento è a Michael Bloomberg che dal palco di Filadelfia aveva detto: “Io sono di New York e i newyorkesi sanno riconoscere un imbroglione quando ne vedono uno”, riferendosi a Donald Trump. Michael Bloomberg è stato sindaco della Grande Mela dal 2002 al 2013. A Filadelfia si è schierato dalla parte di Hillary Clinton.

Bloomberg ha attaccato Donald Trump: “Lungo la sua carriera Trump si è lasciato dietro una ben documentata serie di bancarotte, migliaia di cause, azionisti arrabbiati e imprenditori che sono stati ingannati, consumatori delusi. Trump dice che vuole gestire la nazione, come gestisce i suoi affari. Dio ci aiuti”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo