ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Stato di diritto in Polonia, la Commissione Ue dà 3 mesi di tempo a Varsavia

Redazione di Bruxelles

Stato di diritto in Polonia, la Commissione Ue dà 3 mesi di tempo a Varsavia

Pubblicità

La Commissione europea avvia una nuova tappa della procedura iniziata nel mese di gennaio contro la Polonia. Il Governo di Varsavia è in questi mesi, infatti, sotto osservazione per una serie di riforme che minerebbero secondo gli osservatori europei lo stato di diritto nel Paese. Bruxelles critica in modo particolare la riforma della Corte Costituzionale.
L’esecutivo europeo ha chiesto al Governo di Varsavia di rivedere la sua posizione.

“L’efficacia della costituzionalità per un Paese dove tale sistema è stato creato è una componente chiave dello stato di diritto. In Polonia la Corte Costituzionale non è ancora messa in condizioni di garantire il pieno controllo della costituzione” ha dichiarato ilvicepresidente della commissione, Timmermans, che ha aggiunto “Questo influisce negativamente sull’integrità, stabilità e sul funzionamento dello stato di diritto nel Paese”.

Varsavia ha ora 3 mesi per rispondere alle richieste della Commissione.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo