ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele, legge per punire i parlamentari che "incitano all'odio". Deputati arabi: "Ce l'hanno con noi"

La Knesset, l’assemblea legislativa israeliana, ha approvato una legge che permette la messa in stato d’accusa dei suoi membri per incitazione alla violenza, razzismo o sostegno a gruppi armati che si

Lettura in corso:

Israele, legge per punire i parlamentari che "incitano all'odio". Deputati arabi: "Ce l'hanno con noi"

Dimensioni di testo Aa Aa

La Knesset, l’assemblea legislativa israeliana, ha approvato una legge che permette la messa in stato d’accusa dei suoi membri per incitazione alla violenza, razzismo o sostegno a gruppi armati che si oppongono allo stato.

Approvata con 62 voti a favore e 47 contro, la legge è aspramente criticata dai deputati arabo-israeliani, che ne denunciano il possibile uso strumentale contro di loro.

“E’ una strategia del primo ministro quella di incitare gli animi contro la minoranza araba. Per questo ha messo mano alla soglia elettorale, per questo non perde occasione per incitare contro di noi. E per questa ragione scrive leggi come questa, perché teme il nostro peso. Siamo il 20 per cento della popolazione, se veniamo legittimatilui non resterebbe primo ministro e la destra non continuerebbe a guidare il paese”.

Oltre alla destra religiosa, a favore anche i centristi.

“E’ una legge come ne esistono in altri paesi, ed è stata approvata dalla Knesset, con un largo consenso. Questo basti per prenderne atto. Uno scenario in cui membri della Knesset sostengano apertamente il terrorismo, all’opposto degli impegni assunti con le elezioni, è uno scenario impossibile. La società israeliana e il sistema politico non accetteranno a lungo tutto questo”.

La scorsa settimana il parlamento israeliano ha approvato una legge per costringere le Ong a dichiarare contributi ricevuti da altri governi o dall’Unione europea. Una legge considerata liberticida da Bruxelles.