ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La Francia non ha abbastanza poliziotti e richiama i riservisti

mondo

La Francia non ha abbastanza poliziotti e richiama i riservisti

Pubblicità

Dopo gli ultimi fatti di sangue, in Francia prolungare l’operazione Sentinella, con un maggiore dispiegamento di poliziotti e gendarmi sul territorio, il piano antiterrorismo Vigipirate, e mantenere lo stato d’emergenza per altri tre mesi è impossibile con gli attuali effettivi. Per questo il ministro dell’interno Bernard Cazeneuve ha lanciato un vero e proprio appello ai francesi perché diventino “riservisti”.

Si tratta di una riserva di uomini e donne con compiti di controllo che dopo una formazione potranno essere impiegati secondo necessità.

“Il loro compito sarà il controllo delle persone alle frontiere e sulle strade, ricordo che dal 13 novembre scorso, abbiamo già controllato 48 milioni di persone in tutto il Paese e alle nostre frontiere aeree e marittime”, ha spiegato Cazeneuve.

Le speranze si rivolgono soprattutto ai pensionati della polizia che hanno esperienza, ma adesso il governo spera di raccogliere almeno 12.000 persone e si è affidato a parole come “patrioti” per convincere quanta più gente possibile. Al 31 dicembre 2014, in Francia i riservisti erano 54.860, tutti francesi, con un’età di almeno 17 anni. Una nuova legge conta inoltre di reclutarne altri e far passare i giorni di attività da 25 a 30 per anno.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo