ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Toni Erdmann, snobbato a Cannes, per i tedeschi è il film dell'anno

cinema

Toni Erdmann, snobbato a Cannes, per i tedeschi è il film dell'anno

In partnership con

Era datotra i favoriti all’ultimo Festival di Cannes, ma ha lasciato la croisette senza portare a casa nemmeno un premio. Ora Toni Erdmann è appena giunto nelle sale tedesche, dove è già acclamato come film più bello dell’anno.

Racconta la storia di Winifried, insegnante divorziato dotato di stravagante umorismo, interpretato dall’ingombrante attore tedesco Peter Simonischek. Piomba all’improvviso a Bucarest dalla nevrotica figlia Ines, poco contenta di ritrovarsi in casa questo padre costantemente sopra le righe.

La regista Maren Ade: “Il modo ‘radicale’ nel quale l’attore americano Andy Kaufman ha vissuto e interpretato i suoi ruoli è stato fonte di ispirazione. Un’altra è stata la mia famiglia, dove si scherza molto. Anche mio padre, direi, è una persona di buon umore. Un giorno gli ho regalato alcuni oggetti scherzosi, come dei falsi denti, che ha continuato a usare per anni”.

Durata superiore alle due ore che trascorrono, però, senza neanche rendersene conto. Tra momenti altamente comici e più di un’occasione per commuoversi.

Agli attori è toccato calarsi in una serie di situazioni imbarazzanti.

Sandra Huller, interprete di Ines, spiega che “nessuno sapeva esattamente cosa avremmo girato. Conoscevamo il soggetto, ci conoscevamo come colleghi. Abbiamo fatto tante prove, eppure, non sapevamo cosa stavamo per fare. Un po’ come avere un bambino”.

Il nome del film, Toni Erdmann, è quello del personaggio inventato dal protagonista, allo scopo di restituire alla figlia la gioia di vivere.

Per quanto appaiano naturali, dietro le scene più strambe c‘è una minuziosa preparazione. Maren Ade è descritta come molto paziente, ma anche esigente.

Peter Simonischek racconta che “lavorare con lei significa essere spinti a dare il massimo. Ho parlato a Cannes con il ragazzo che ha fatto i sottotitoli ed era entusiata di lei. Ma ha anche detto ‘non ho mai lavorato così tanto in vita mia’. Chiunque incroci la sua strada deve prepararsi a un grande impegno”.

Commedia e dramma al tempo stesso, Toni Erdmann è la storia di come un padre decisamente eccentrico si ritagli un ruolo nella vita di una figlia così distante che, alla fine, si renderà conto che in fondo quell’uomo così fuori dagli schemi lo meriti.

Date di uscita: Germania 14 luglio, Austria 15 luglio, Francia 17 luglio, Svezia 30 settembre, Danimarca 1 dicembre, Regno Unito 3 febbraio, Russia 23 febbraio.

Storie correlate:
Prossimo Articolo