ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Giappone, Abe centra l'obiettivo: maggioranza di 2/3 alla Camera Alta

mondo

Giappone, Abe centra l'obiettivo: maggioranza di 2/3 alla Camera Alta

Pubblicità

La maggioranza di 2/3 c‘è. Le elezioni per il rinnovo della Camera Alta hanno rafforzato i liberaldemocratici del Premier Shinzo Abe che insieme agli alleati centristi di Komeito occupano ora 70 dei 121 seggi da rinnovare. Un netto passo avanti rispetto ai 59 avuti finora.

Abe ha dunque le carte in regola per procedere alle riforme promesse in campagna elettorale. Prima fra tutte quella della Costituzione in particolare dell’art. 9 che caratterizza la natura pacifista della Carta Fondamentale. Un passo guardato con sospetto dalla Cina, ma da tempo nell’agenda dei liberaldemocratici che intendono liberarsi di un’eredità della storia che considerano umiliante per il Paese. L’art. 9 venne imposto nel 1947 dagli Stati Uniti dopo la resa del Giappone alla fine della Seconda Guerra mondiale.

Abe ha inoltre annunciato che il governo varerà a breve un pacchetto di stimoli per l’economia che comprende investimenti nelle infrastrutture, nelle ferovie ad alta velocità e portuali. Il piano sociale riguarda le pensioni, introducendo sussidi per i contribuenti da meno di 25 anni.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo