ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Emailgate, anche la procura generale archivia la posizione di Hillary

mondo

Emailgate, anche la procura generale archivia la posizione di Hillary

Pubblicità

Si chiude definitivamente, almeno sul piano giudiziario, la vicenda delle mail di Hillary Clinton. Il procuratore generale degli Stati Uniti, Loretta Lynch, ha annunciato di aver accettato le raccomandazioni dell’Fbi, secondo le quali non ci sono estremi per perseguire l’ex segretario di Stato a causa dell’uso della posta elettronica privata per mail di lavoro, contenenti anche segreti di Stato.

Una decisione nell’aria da quando Hillary aveva reso deposizione spontanea ai federali la scorsa settimana.

Resta da valutare quale sarà la portata politica nella corsa alla Casa Bianca, con il candidato repubblicano Donald Trump che accusa la Clinton di aver influenzato il procuratore generale, promettendole la permanenza in carica.

Il direttore dell’Fbi James Comey, oggi, e la Lynch la prossima settimana dovranno riferire davanti alla commissione giustizia della Camera sull’indagine che hanno stabilito di archiviare.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo