ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La Siria di Kefah Ali Deeb al Pergamon Meseum

Cult

La Siria di Kefah Ali Deeb al Pergamon Meseum

In partnership con

Kefah Ali Deeb è una rifugiata siriana che vive a Berlino. È anche una delle 19 guide che lavora sull’isola dei Musei,patrimonio dell’Unesco nel centro storico della capitale tedesca.

In lingua araba realizza visite guidate al Pergamon Museum un’opportunità per raccontare della storia e della cultura del suo Paese d’origine: “Tutti parlano solo della guerra. Nessuno cerca di ricordare alle persone cosa fosse la Siria”

Kefah Ali Deeb è anche un’attivista dell’opposizione siriana ed è stata incarcerata 4 volte prima di cercare la fuga. Per lei poter valorizzare la cultura del proprio Paese in uno dei più importanti musei al mondo è una preziosa opportunità:

“Nell’area del museo in cui lavoro, ci sono molti oggetti provenienti dalla Siria. Almeno questi sono in salvo, la guerra non potrà distruggerli e persone da tutto il mondo potranno conoscere la nostra storia”.

Ciò che Kefah spera nel profondo del cuore è che anche la Siria riesca, come la Germania dopo la Seconda guerra mondiale, a costruire un futuro di pace.

“La Germania rappresenta un’esperienza straordinaria: è riuscita a ricostruire il Paese dopo la guerra, questo Paese è stato distrutto, questa città è stata ridotta in macerie e guardate a cosa è Berlino oggi, questo mi dà speranza, questo mi fa sperare che riusciremo a ricostruire il nostro Paese dopo la guerra”

La Germania ha accolto solo nel 2017 oltre un milione di richiedenti asilo e questa esperienza, il Multaqa project fa parte del programma di integrazione nella società tedesca.

Prossimo Articolo