ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'attentato più sanguinoso dell'anno a Baghdad

mondo

L'attentato più sanguinoso dell'anno a Baghdad

Pubblicità

Dolore e rabbia a Baghdad dopo l’attentato che ha provocato circa 200 morti.

Domenica hanno avuto conseguenze devastanti gli scoppi di due veicoli imbottiti di esplosivo davanti a un centro commerciale.

I cittadini che accusano il governo di non fare abbastanza per proteggere la popolazione, come quest’uomo, in lacrime:

Ci saranno 300 vittime fra morti e feriti e la maggior parte avranno avuto al massimo vent’anni. Chi comanda non fa nulla per la sicurezza.

Contro gli sciiti

L’Isil ha rivendicato la responsabilità per l’attentato.

In una dichiarazione pubblicata on-line, il gruppo dice chiaramente di mirare ai musulmani sciiti.

Secondo testimoni al momento dello scoppio la terra ha tremato come per un terremoto. La zona era piena di gente. L’attentato è stato perpetrato in un momento particolarmente importante del mese di Ramadan, che volge al termine. Ieri sera, un uomo diceva:

Siamo tristi per tutte queste vittime innocenti. Hanno agito nella Notte del Destino, la notte in cui Dio ha rivelato il Corano al profeta Maometto. E ‘una vera tragedia, L’Eid (festa per la fine del Ramadan) di quest’anno sarà davvero triste.

Amici e familiari hanno creato un memorial improvvisato e rendere omaggio alle vittime. Il sedecente Stato islamico ha appena perso la roccaforte di Falluja e sembra alla fine della sua parabola, in questi giorni ha colpito varie volte, come farebbe una belva ferita prossima alla morte.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo