ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Iraq, la fine del ramadan diventa una veglia funebre

mondo

Iraq, la fine del ramadan diventa una veglia funebre

Pubblicità

Una settimana fa ha perso Falluja e, come di consueto avviene quando arretra militarmente, il Daesh risponde col terrorismo. A Baghdad si piangono 200 morti, alla vigilia della fine del ramadan, l’Eid al fitr, che da momento di festa si è trasformato in puro orrore nel centro commerciale del quartiere sciita di Karrada.

“È Eid questo?” dice un giovane tra le lacrime. “Noi celebriamo ogni Eid. Questo è il nostro Eid? È l’Eid che tutti quanti celebriamo? La gente era venuta a comprare abiti per festeggiare. Ora sta comprando bare, sta comprando sudari per i morti. Possa Dio punire i responsabili”.

Sul luogo dell’esplosione c‘è stata la visita del primo ministro Haidar al-Abadi, il quale ha promesso che i responsabili di questo attentato, avvenuto con un’autobomba, saranno puniti.

Ma il premier è stato oggetto di dure contestazioni. All’indirizzo del suo corteo sono state lanciate scarpe e pietre.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo