ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corsa alla guida dei Tory britannici, si butta anche Andrea Leadsom

La sottosegretaria al tesoro è pro-Brexit

Lettura in corso:

Corsa alla guida dei Tory britannici, si butta anche Andrea Leadsom

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche la sottosegretaria al tesoro Andrea Leadsom è uscita allo scoperto e si è proposta ufficialmente per la guida del Partito conservatore britannico, carica che è una passerella verso la premiership del paese.

allviews Created with Sketch. Point of view

"l'élite europea è stata troppo compiacente nell'affrontare i problemi degli europei"

Andrea Leadsom Sottosegretaria al tesoro

È una delle personalità tory ad essersi espressa più chiaramente a favore della Brexit, elemento su cui punta anche per la candidatura.:

È stata una decisione importante, quella di farmi avanti per guidare il nostro paese. L’elemento che mi ha fatto decidere è l’ assoluta convinzione che il nostro futuro e quello dei nostri figli e nipoti sarà migliore fuori dell’Unione Europea. Il nostro voto è un campanello d’allarme positivo per quelle élite europee che sono state troppo compiacenti nell’affrontare i problemi degli europei, come la disoccupazione dei giovani.

Fra i candidati, la favorita, per ora, sembra essere Theresa May, responsabile dell’interno, anti-Brexit, ma molto moderatamente europeista.

Dovrà fare i conti con l’ex ministro della difesa Liam Fox, pro-Brexit, il ministro della giustizia Michael Gove, pro-Brexit e artefice del soprendente ritiro dell’ex amico Boris Johnson, e il ministro del lavoro Stephen Crabb, unico anti-Brexit fra i candidati, insieme a May.

Al congresso di settembre, gli aspiranti premier dovranno essere solo due. Entro il 12 luglio, i deputati conservatori avranno depennato i nomi di troppo.