ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bangladesh: terrorismo locale, erano già ricercati

mondo

Bangladesh: terrorismo locale, erano già ricercati

Pubblicità

In Bangladesh è il primo di due giorni di lutto nazionale, dopo la strage di Dacca, e anche Italia e Giappone, i due Paesi più colpiti, piangono le loro vittime con bandiere a mezz’asta e il lutto proclamato con varie modalità.

Il Ministro degli Interni ha fatto sapere che i terroristi facevano parte di un gruppo locale, “Jamaeytul Mujahdeen Bangladesh”, e il capo della polizia, che si è recato in visita ai feriti, ha precisato:

“Cinque dei sei assalitori li stavamo già cercando prima del fatto. Abbiamo rafforzato ulteriormente la sicurezza e abbiamo svolto un vertice di due ore e mezza con tutti gli alti ufficiali delle forze di sicurezza. Ora implementeremo tutte le decisioni prese”.

Il governo di Dacca nega che nel Paese vi sia una cellula dell’Isis, ma non esclude che i membri del gruppo estremista locale possano essere affascinati dal Califfato e rifarsi ad esso. Il gruppo degli assalitori – ha precisato il Ministro degli Interni – era composto soprattutto da giovani provenienti da famiglie agiate, tra le quali la militanza nell’estremismo islamico sta diventando una forma di moda.

Domani la cerimonia in omaggio alle vittime, a partire dalle sei di mattina, ora italiana.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo