ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Hebron, l'assedio e le violenze continuano

mondo

Hebron, l'assedio e le violenze continuano

Pubblicità

Le violenze tra israeliani e palestinesi nella Cisgiordania occupata non si fermano.

Una donna palestinese è stata uccisa al check point del mausoleo del Patriarca di Hebron per avere tentato di pugnalare le guardie, secondo le forze dell’ordine israeliane.

Un uomo israeliano è morto, la moglie e i due figli adolescenti sono rimasti feriti per il fuoco sparato contro l’auto su cui viaggiavano nell’insediamento ebraico di Otniel.

Violenze anche tra forze israeliane e palestinesi al check Point di Qalandia che collega la Cisgiordania e Gerusalemme.

Hebron è stata posta sotto assedio nelle ultime 24 ore dopo
l’omicidio della 13enne israelo-statunitense, accoltellata nel suo letto da un giovane palestinese.

Sullo sfondo di questo aumento di violenze l’incontro del Quartetto per il Medio Oriente impegnato nei negoziati per la pace: nell’ultimo rapporto sottolinea la necessità per gli israeliani di interrompere la costruzione delle colonie e per i palestinesi di fermare gli atti terroristici.

Il rapporto del Quartetto “non soddisfa i palestinesi” visto il “tentativo di equiparare le responsabilità di un popolo che vive sotto occupazione e l’occupante militare straniero”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo