ULTIM'ORA

Lettura in corso:

New York, l'incredulità dei viaggiatori partiti da Istanbul

mondo

New York, l'incredulità dei viaggiatori partiti da Istanbul

Pubblicità

C‘è chi è sfuggito alla morte per un soffio. Come i passeggeri partiti da Istanbul e arrivati all’aeroporto JFK di New York. Sorpresa, paura e sollievo nelle loro reazioni quando apprendono dell’attacco terroristico:

“Non ci posso credere, come possiamo essere ancora vivi? Se il nostro volo fosse stato ritardato due ore, saremmo stati sul posto. Ho visto le foto potevamo essere lì. È terribile”, racconta un passeggero. Un altro gli fa eco:
“L’ho saputo mentre eravamo sull’aereo. È stato terribile. Ero lì esattamente un paio d’ore prima”. Una passeggera racconta: “Ci siamo passati, abbiamo fatto un cambio proprio lì, abbiamo passato due controlli in più per prendere il nostro volo. Noi siamo stati controllati, le nostre borse sono state controllate, la sicurezza sembrava funzionare”.

Anche chi arriva allo Houston International Airport resta allibito alla notizia:

“Stai scherzando? Dici davvero o stai scherzando? Credo che viaggerò più”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo