ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Attentato Istanbul, passeggeri giunti da Lione bloccati sull'aereo per 4 ore

mondo

Attentato Istanbul, passeggeri giunti da Lione bloccati sull'aereo per 4 ore

Pubblicità

Il giornalista di euronews Omer Gulel era su un volo Lione-Istanbul atterrato all’aeroporto internazionale Ataturk pochi minuti prima del triplice attentato kamikaze. Abbiamo parlato con lui al telefono mentre i passeggeri erano bloccati all’interno dell’aereo:

“Stiamo aspettando a bordo del volo della Turkish Airlines decollato da Lione” racconta. “Quando siamo atterrati ci è stato detto che dovevamo restare all’interno per motivi di sicurezza. Poi non ci sono stati altri annunci per molto tempo.

Abbiamo allora cominciato ad ottenere informazioni via internet. Poi parlando con i nostri familiari per telefono abbiamo appreso l’orrore di quanto appena accaduto all’aeroporto, obiettivo di un terribile attentato terroristico.

Qui sull’aereo in generale siamo rimasti in silenzio. L’argomento principale era come poter fare a fumare una sigaretta. Ma i bambini cominciano ad innervosirsi. Devo dire tuttavia che la cosa più triste è il fatto che nessuno qui sia veramente sorpreso. Dopo tutto quello che è accaduto ci stiamo lentamente abituando a questo tipo di incidenti. Un fatto spaventoso quanto gli attentati stessi.

Qui sull’aereo, per le prime 2 ore mezzo, 3 ore circolavano poche informazioni. Poi ci è stato detto che l’aeroporto sarebbe rimasto chiuso fino a una certa ora. Chiuso anche per i voli esterni. Poi hanno cominciato a distribuire da bere e da mangiare. Ma al momento in cui vi parlo abbiamo esaurito l’acqua.

Ora ci è stato detto che saremo evacuati a breve. Dopo aver recuperato i bagagli dovremo lasciare l’aeroporto senza passare dall’edificio del terminal. Siamo ancora dentro all’aereo, comincia ad essere stressante.

Abbiamo appena appreso che hanno cominciato ad evacuare le persone che si trovavano all’interno del terminal, poi chi era nell’area dei voli interni. Abbiamo raccolto alcune informazioni via Twitter. Ma oramai dopo quasi 4 ore la connessione internet è diventata sempre più lenta”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo