ULTIM'ORA

Lettura in corso:

"Austerity e più povertà". Il Regno Unito del dopo-Brexit secondo Osborne

economia

"Austerity e più povertà". Il Regno Unito del dopo-Brexit secondo Osborne

Pubblicità

“Un paese più povero e che andrà incontro all’austerity”

La Union Jack tornerà anche a sventolare alta come ha scritto il Sun, ma il Regno Unito che ha scelto di lasciare l’Europa sarà senza dubbio più povero e andrà incontro all’austerity.

In un’intervista a BBC Radio4 il Ministro delle finanze britannico George Osborne si lascia scappare una profezia a tinte fosche, ma dopo aver parlato di “inevitabili tagli alle spese e aumenti alle tasse per stabilizzare l’economia“prova a indorare la pillola, parlando di “realismo” e “rassicurazioni”. “Realismo – dice – rispetto alle sfide economiche che ora attendono il nostro paese. E rassicurazioni sul fatto che non potremmo trovarci in condizioni migliori per affrontarle. E questo grazie al lavoro che negli ultimi anni ha permesso di ricostruire la nostra solidità economica”.

Qui il podcast dell’intervento di George Osborne a BBC Radio4

I mercati europei riprendono fiducia: “Ma l’incertezza finirà solo con l’accordo tra Londra e Bruxelles”

Mercati e sterlina sembrano intanto riprendere fiducia e colore. Archiviato il profondo rosso delle ultime sedute, le principali piazze europee ampliano in chiusura i guadagni della mattinata, con Milano a guidare la volata con un +3,3% e Londra e Parigi sul filo del 2,6%.

L’ombra di un rimbalzo tecnico suggerisce però di rimandare i festeggiamenti. “L’incertezza – mette in guardia Osborne – avrà fine solo quando ci sarà un accordo sui nuovi rapporti con l’Unione Europea”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo