ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa. Democratici occupano la Camera per chiedere giro di vite sulle armi

mondo

Usa. Democratici occupano la Camera per chiedere giro di vite sulle armi

Pubblicità

Un sit-in di protesta alla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti. Un evento senza precedenti avviato ormai 10 ore fa da un gruppo di deputati democratici, 10 giorni dopo la strage di Orlando.

Una vera e propria rivolta, appoggiata dal Presidente Barack Obama che si è espresso via Twitter, contro il mancato voto di provvedimenti che permetterebbero un più rigido controllo sulla vendita e possesso di armi. Misure bocciate dal Senato a maggioranza repubblicana.

Il primo a sedersi simbolicamente sulla moquette della Camera è stato John Lewis, deputato della Georgia, figura simbolo del movimento per i diritti civili negli anni Sessanta.

“L’America ci può aiutare in questa battaglia” ha detto l’eletto della Pennsylvania Mike Doyle. “Fate appello ai vostri rappresentanti, chiedete ai vostri deputati repubblicani di aver voce in capitolo e vincere questa battaglia” ha chiesto.

La sessione viene trasmessa in diretta dagli stessi deputati attraverso i social media. Dura la reazione dello speaker della Camera, il repubblicano Paul Ryan, secondo cui la protesta è solo una trovata pubblicitaria.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo