ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Jean Claude Piris a Euronews "Con Brexit ritorno delle barriere commerciali"

Redazione di Bruxelles

Jean Claude Piris a Euronews "Con Brexit ritorno delle barriere commerciali"

Pubblicità

Per capire cosa accadrà a livello tecnico dalla possibile uscita del Regno Unito dall’Unione europea abbiamo invitato Jean Claude Piris, ex direttore generale dei servizi legali al Consiglio europeo. Se i britannici opteranno per la Brexit, quale sarà il primo passo legale e politico che David Cameron compierà nei confronti di Bruxelles?

Jean Claude Piris
Per prima cosa nessuno sa se Cameron resterà o no Premier. Se resterà a capo del Governo invierà una lettera alle istituzioni nelle quali comunicherà l’avvio della separazione. Se, invece, dovesse dimettersi la lettera potrebbe arrivare più tardi, quando anche il nuovo Premier sarà nominato. Potrebbero passare settimane o mesi. Una volta ricevuta la lettera, il Governo britannico e il Consiglio europeo devono esprimersi all’unanimità sulle linee da rispettare per sancire il divorzio. A quel punto anche la Commissione europea dovrà negoziare, e con lei anche i rappresentanti degli altri 27 Paesi membri. Quello che emergerà come nuovo trattato sarà votato dal Consiglio, e dovrà ottenere la maggioranza qualificata, ma anche dal Parlamento europeo.

Euronews
Durante questo lasso di tempo cosa ne sarà degli impiegati britannici nelle istituzioni o degli eurodeputati britannici?

Jean Claude Piris
Durante questo periodo, che potrebbe essere più lungo dei due anni previsti, tutto resterà uguale. Il Regno Unito manterrà gli stessi obblighi e gli stessi diritti.

Euronews
Quali saranno le principali aree di negoziato? Qual è lo scenario più probabile?

Jean Claude Piris
Per prima cosa saranno affrontate le relazioni commerciali. Siamo nel mercato unico, non ci sono dazi né ostacoli al cambio. Con la Brexit tornerebbero improvvisamente barriere, dazi, e cosi via. La cosa principale, soprattutto per il Regno Unito, considerato che la metà delle sue esportazioni è diretta agli altri 27 Stati membri. Il resto dell’Unione, invece, vende appena l’8% al Paese.
Londra avrà sicuramente interesse a rinegoziare gli accordi commerciali. Per ottenere un accordo commerciale servono in media 4- 5 anni. Il negozato è un processo lungo e complesso. Ma se il Regno Unito cercherà di restare nel mercato unico, il negoziato potrebbe essere ancora piu lungo.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

Redazione di Bruxelles