ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Euro 2016: tifosi che fraternizzano, bevono e a volte esagerano

mondo

Euro 2016: tifosi che fraternizzano, bevono e a volte esagerano

Pubblicità

Tifosi e fiumi di birra, in un rapporto non sempre felice: è di nuovo Marsiglia teatro degli incidenti di giornata, con alcuni polacchi che si sono scontrati con la polizia poco prima dell’inizio di Polonia-Ucraina, partita in cui gli ucraini non avevano già più nulla da dire e i polacchi erano già certi di passare il turno.
Ma qualche tifoso era in evidente stato di ubriachezza.

La polizia ha sequestrato un imponente numero di bottiglie, che i tifosi si erano evidentemente procurati in barba al divieto imposto dalla prefettura.

Non è invece vietato bere a tavola nei locali aperti, e lì sono forse i prezzi a scoraggiare gli eccessi: ancor più a Parigi, dove i tedeschi, venuti a sostenere una squadra già ampiamente qualificata, hanno fraternizzato con i nordirlandesi.

Scene simili, anche se acusticamente più sgradevoli, a Lens. Nella città settentrionale pochi tifosi turchi – d’altra parte la squadra era già eliminata – e molti cechi, a sostenere una nazionale in cerca del miracolo.

Infine a Bordeaux i rumorosissimi spagnoli si contrapponevano, si fa per dire, ai croati.

Partita tranquilla, tra prima e seconda del gruppo D. C‘è invece qualche preoccupazione per domani a Nizza, dove Belgio e Svezia si giocano la qualificazione ed è stata segnalata la presenza di un centinaio di hooligan belgi.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo