ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Roma e Torino, le donne a "5 Stelle" regine dei ballottaggi

mondo

Roma e Torino, le donne a "5 Stelle" regine dei ballottaggi

Pubblicità

Sono le donne del Movimento 5 stelle le regine dei ballottaggi. Hanno intercettato le speranze di rinnovamento di un elettorato che vuole cambiare. E Virginia Raggi, prima sindaca di Roma ne è l’icona. Gli elettori hanno creduto alla sua promessa di trasparenza e legalità.

Virginia Raggi, neosindaca di Roma:

“Lavoreremo per riportare legalità e trasparenza all’interno delle istituzioni dopo 20 anni di malgoverno e dopo “Mafia Capitale”“.

A Torino il 54,6% di Chiara Appendino ha il valore di uno tsunami politico. Le periferie hanno sbattuto le porte in faccia a Piero Fassino, sindaco uscente e vecchia guardia del Pd, che a Torino ci è nato. Ma ha raccolto voti solo in centro città.

A Torino il 54,6% di Chiara Appendino ha il valore di uno tsunami politico. Le periferie hanno sbattuto le porte in faccia a Piero Fassino, sindaco uscente e vecchia guardia del Pd, che a Torino ci è nato. Ma ha raccolto voti solo in centro città.

Il Pd si consola con la vittoria del candidato renziano Beppe
Sala, che dopo un iniziale testa a testa ha chiuso in vantaggio col 51,7% contro il 48,3 di Stefano Parisi.

A Napoli gli elettori riconfermano Luigi De Magistris a Sindaco di Napoli con il 66,8% dei voti, un altro successo sui partiti tradizionali, che preannuncia secondo De Magistris, la nascita di un grande movimento popolare nazionale, che guarda a Roma e alla neosindaca Raggi come un interlocutore.

Matteo Renzi invece incassa la prima vera sconfitta in vista del referendum di ottobre sulla carta Costituzionale e sulla sua leadership.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo