ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Speed: F1, Rosberg domina il Gp d'Europa. Vettel secondo, Raikkonen quarto

speed

Speed: F1, Rosberg domina il Gp d'Europa. Vettel secondo, Raikkonen quarto

Pubblicità

Pole, giro veloce, gara sempre in testa: Nico Rosberg domina il Gran Premio d’Europa di Baku e allunga nella classifica del Mondiale. La 19.a vittoria in carriera, la quinta stagionale, riporta il tedesco della Mercedes al ruolo di favorito numero 1 al titolo. Poco ha potuto Sebastian Vettel, secondo con una Ferrari che ha pagato un distacco di oltre 16 secondi dalla vetta.

Terzo posto per il messicano della Force India Sergio Perez, che proprio nel finale ha superato l’altra Rossa di Kimi Raikkonen. Quinto Lewis Hamilton, che ha limitato i danni dopo essere partito dalla decima posizione in griglia: il campione del mondo pero’ scivola a 24 punti di distanza dal compagno Rosberg, sempre piu’ leader del mondiale.

Proprio in questi giorni, nel giugno 1976, Antonin Panenka era la stella dell’Europeo di calcio, con il suo rigore a cucchiaio spesso ripetuto sui campi da calcio. In Formula 1, invece, c‘è stata una prima volta, mai piu’ vista su un circuito, nel Gran Premio di Svezia.

Il 13 giugno è una data storica per la Formula 1. Quel giorno, infatti, arrivo’ l’unica vittoria della Tyrrell P34, meglio conosciuta fra gli appassionati di motori come la vettura a sei ruote. Dopo il ritiro del tre volte campione del mondo Jackie Stewart, la Tyrrell aveva azzardato idee rivoluzionarie pur di tornare al vertice. Nel Gran premio svedese, c‘è stato l’unico acuto, firmato da Jody Scheckter, seguito dal compagno Patrick Depailler. Non c‘è mai piu’ stato un trionfo simile e dal 1983, la regola fu chiara: le monoposto dovevano avere 4 ruote.

Conosciamo tutti Jason Statham per il suo lavoro sul grande schermo. L’attore si è cimentato con un giro di pista alla 24 Ore di Le Mans, vinta dalla Porsche 919 Hybrid numero 2 di Romain Dumas, Neel Jani e Marc Lieb, che proprio nel finale ha beffato a Toyota TS050 Hybrid numero 5 di Anthony Davidson, Sebastien Buemi e Kazuki Nakajima.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo