ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'Inghilterra si ferma per Jo Cox, agguato destinato a segnare il voto sulla Brexit

mondo

L'Inghilterra si ferma per Jo Cox, agguato destinato a segnare il voto sulla Brexit

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Mentre Thomas Mair veniva incriminato davanti al tribunale di Westminster, Birstall, nel nord dell’Inghilterra, ricordava Jo Cox.

Al memoriale nato spontaneamente sul luogo dell’agguato, la famiglia della deputata uccisa giovedì scorso ha voluto ringraziare l’uomo di 77 anni che ha cercato di salvare l’esponente laburista rimanendo ferito.

I comizi per il referendum sulla Brexit sono sospesi, ma l’effetto dell’agguato si farà certamente sentire sul voto del 23 giugno.

“Sappiamo che ci sono alcune persone malvagie in questo mondo, ma c‘è anche tanta brava gente – sono state le parole della sorella di Jo Cox, Kim Leadbeater – In questo momento, la nostra famiglia è distrutta, ma il tempo ci aiuterà e non permetteremo mai che Jo lasci le nostre vite. Lei vivrà in tutte le persone buone del mondo”.

L’uomo accusato dell’omicidio si è mostrato in tribunale come un fanatico delirante. Durante l’udienza preliminare, Mair, che aveva fatto visita a un centro di salute mentale prima dell’omicidio, ha urlato “Morte ai traditori, libertà per la Gran Bretagna”. Il 52enne neo-nazista aveva in casa manuali per fabbricare pistole e munizioni.

Ad alimentare la polemica sulla sicurezza, arriva la rivelazione del Daily Telegraph secondo cui diverse deputate, inclusa la stessa Cox, avevano denunciato di recente pericoli e minacce. Una di loro aveva scritto al premier David Cameron evocando il timore di “un tragico incidente”.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo