ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Manuela Carmena, sindaco di Madrid eletta con Podemos

insiders

Manuela Carmena, sindaco di Madrid eletta con Podemos

In partnership con

Al parco del Retiro, nel centro di Madrid, è il giorno dell’inaugurazione della festa del libro, uno degli eventi più popolari dell’anno.

Per l’occasione si sono attivate le più alte personalità, come la regina Letizia.

Lontano dal protocollo, fra la folla, Manuela Carmena, 72 anni, sindaco di Madrid. Qui la gente la chiama per nome.

Ex giudice, eletta da un anno grazie al sostegno di Podemos, Carmena è una delle figure di spicco della nuova sinistra spagnola. È rimasta molto vicina ai cittadini che amano il suo stile semplice e informale.

Per 25 anni Madrid è stato un bastione della destra, schiacciata dagli scandali di corruzione che hanno travolto il Partito Popolare. Oggi il cambiamento è radicale. All’ingresso del comune, uno striscione augura il benvenuto ai rifugiati.

Incontriamo Manuela Carmena nel suo ufficio. Nel primo anno del suo mandato l’enorme debito del comune ha proseguito la dinamica di riduzione e nello stesso tempo è stato possibile ridurre le espulsioni dagli alloggi sociali.

Manuela Carmena, Sindaco di Madrid

“Una crisi economica molto dura provocata dalla bolla immobiliare ha causato la situazione attuale di precarietà economica di alcuni quartieri molto emblematici, soprattutto i quartieri a sud. Per me è molto importante integrare questi quartieri a Madrid, non soltanto per migliorare il livello di vita delle persone che vi vivono, ma anche per dar loro dignità”.

Ristabilire il legame sociale è centrale per la politica di Manuela Carmena. Ha sbloccato un fondo di 60 milioni di euro per progetti presentati dai cittadini.

Manuela Carmena, Sindaco di Madrid

“Il bilancio partecipativo è molto interessante, perché rafforza moltissimo la relazione dei cittadini con la sfera pubblica. Hanno per esempio voluto un nuovo complesso sportivo, una nuova piazza o un monumento: in questo caso se ne occupano come se appartenesse a loro, molto meglio di una cosa imposta dall’alto”.

Questo progetto pilota ha raccolto 5000 proposte di cittadini.

Come quella di Antonio e dei suoi amici. Sono appassionati di Parkour, l’arrampicata nell’ambiente urbano.

Vivono a Vallecas, uno dei quartieri più poveri della città.

Con l’aiuto del comune sarà creato il primo centro che permetterà a una cinquantina di giovani di allenarsi.

Antonio Gómez, Associazione “Estarydurar”

“Qui ci saranno muri alti o più bassi, al livello dell’anca, altezze che servono per potersi appoggiare e saltare. Abbiamo fatto un bilancio approssimativo, i tecnici del comune che ci hanno aiutato hanno stabilito che avremo 150.000 euro. Adesso è una cosa vera, è possibile che avremo qualcosa per noi; non è una cosa promessa e poi non mantenuta”.

Il bilancio partecipativo è il primo a Madrid e si ispira a quelli già realizzati a Reykijaik o a New York. I primi fondi saranno versati il prossimo gennaio.

Ritroviamo Manuela Carmena: il sindaco riceve il premio “donna dell’anno” da un grande quotidiano di Madrid.

È la prima volta che lo riceve un politico di sinistra.

Manuela Carmena, Sindaco di Madrid:

“Mi sembra un po’ strano, perché prima di tutto questo ero una magistrata in pensione, una signora anziana, simpatica, abbastanza sconosciuta.
All’improvviso tutta la mia vita è diventata trasparente e mi succedono cose molto strane.
Restiamo come siamo, come dobbiamo essere”.

Fra il pubblico c‘è El Langui, uno dei rapper spagnoli più impegnati politicamente.
Nei suoi clip celebra la fine della destra al potere.

Come molti nel suo quartiere ha votato per Manuela Carmena, ma un anno dopo l’elezione non vede ancora molta differenza:

El Langui, rapper

“I quartieri hanno bisogno di Carmena e di tutta la sua squadra, devono lavorare a fondo nei posti problematici, dove continua a esserci il traffico di droga, dove ci sono molte madri che lottano per salvare i loro figli dalla droga. E oggi ne ha parlato. Lodo il cambiamento, ma ho detto a Carmena:
vieni a vedere in che condizioni è il mio quartiere, le strade, la spazzatura, non dormire sugli allori!”

Stasera Manuela Carmena assapora il proprio successo. Ma la lotta è lunga. Madrid resta la capitale con meno case popolari in Europa.

Prossimo Articolo