ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Emergenza profughi: da Ue "politica vergognosa", Msf rinuncia ai fondi

mondo

Emergenza profughi: da Ue "politica vergognosa", Msf rinuncia ai fondi

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Medici Senza Frontiere non prenderà più fondi dall’Unione Europea e dai suoi Stati membri.

Una decisione che ha effetto immediato per protestare contro la gestione – definita vergognosa – della crisi migratoria, basata su deterrenti piuttosto che sul dare alle persone l’assistenza di cui hanno bisogno.

L’organizzazione medico-umanitaria prende le distanze dall’accordo con la Turchia.

“Medici Senza Frontiere denuncia le dannose politiche europee di deterrenza e l’intensificarsi dei tentativi di respingere le persone e le loro sofferenze verso altri paesi – dice Jerome Oberreit, segretario generale di Msf – L’accordo con la Turchia è l’ultima di una lunga serie di politiche che vanno contro i valori e i principi dell’assistenza da garantire”.

Nel 2015, l’organizzazione non governativa ha ricevuto 19 milioni di euro dalle istituzioni di Bruxelles e 37 milioni dagli Stati membri. I fondi raccolti provengono per il 92% da donazioni private.

Dal 21 aprile scorso, 3.745 migranti sono stati soccorsi dalle tre imbarcazioni di Medici senza frontiere.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo