ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Lisbona: i premi all'invenzione europea

Sci-tech

Lisbona: i premi all'invenzione europea

In partnership con

CHRIS CUMMINS, EURONEWS:
‘‘Lisbona, ultima dimora del grande esploratore portoghese Vasco de Gamma, ha visto insieme i moderni pionieri delle ricerca che hanno festeggiato lo spirito creativo dei premi European Inventor.”

I premi sono un riconoscimento del profondo lavoro di immaginazione di inventori europei presentati dall’Ufficio Europeo dei Brevetti.

L’ ingegnere meccanico Anton van Zanten ha avuto un Premio alla Carriera per la svolta impressa dal suo ESE (electronic stability control system) che impedisce al veicolo di sbandare in caso di improvvisa virata laterale.

Dopo le cinture di sicurezza è la piu’ importante trovata contro gli incidenti automobilistici.

ANTON VAN ZANTEN, inventore: ‘‘Sono molto lieto che il sistema risulti così prezioso per i conducenti perché l’ESE previene gli incidenti, quelli con feriti gravi. Questa è la ragione principale della mia soddisfazione”.

Bernhard Gleich e Jurgen Weizenecker hanno vinto il premio Industry per il loro sistema di imaging basato sul magnetismo, che fornisce ai medici un’alta risoluzione di immagini 3D per diagnosticare i tumori dei tessuti molli e malattie vascolari, tra cui le malattie coronarica cioé le principali cause di morte.

JÜRGEN WEIZENECKER, inventore: “Ci si chiederà che cosa sia esattamente. Sveglierà l’attenzione di tanti creativi che faranno avanzare il metodo e molti altri cominceranno a utilizzarlo”.

Il neurochirurgo e fisico francese Alim-Louis Benabid vince il Premio della Ricerca. La stimolazione cerebrale profonda ad alta frequenza che ha inventato contro il morbo di Parkinson ed altre malattie neurologiche ha cambiato la qualità della vita per tanti malati nel mondo.

ALIM-LOUIS BENABID, ricercatore: “Ricevere un premio significa essere riconosciuti ed è la conferma che quello che si fa è importante, a volte si pensa che non lo sia. Ma questo riconoscimento conferma la validità del lavoro ed è molto gradevole.”

Premio anche per i danesi Tue Johannessen e Ulrich Quaade che hanno sviluppato una tecnica per stabilizzare l’ammoniaca e utilizzarne le proprietà per contribuire a ridurre l’inquinamento dei motori diesel.

TUE JOHANNESSEN and ULRICH QUAADE, vincitori: ‘‘E’ la molecola ideale per ridurre l’ ossido di azoto prodotto dai motori diesel. Quindi per questo beneficio che migliora le prestazioni della vettura bisogna che il sistema sia sicuro ed è quello che abbiamo fatto con lo sviluppo del nucleo dell’invenzione cosi’ siamo riusciti ad usare l’ammoniaca sul veicolo senza alterarne la sicurezza.”

Helen Lee dell’ Università di Cambridge ha inventato un kit diagnostico istantaneo del sangue per le regioni più disagiate del mondo. Col semplice prelievo consente di individuare malattie infettive come l’HIV, l’epatite B e clamidia. Lee ha vinto il Popular Prize.

“La creatività diversificata, premiata nelle sue innovazioni che vanno dalla sicurezza stradale alla diagnostica medica, dimostra che date le giuste circostanze si può avere un enorme impatto economico e sociale sulla vita quotidiana di milioni di persone.”

Prossimo Articolo

Sci-tech