ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Sdegno ai Tony Awards per la strage di Orlando

Cult

Sdegno ai Tony Awards per la strage di Orlando

In partnership con

Da New York, al Beacon Theater, dove si è tenuta la cerimonia di consegna dei Tony Awards, è giunta la prima commossa risposta alla strage di Orlando. Tutti i presenti erano sotto shock ed esortano a cambaire la legge sulle armi negli Stati Uniti.

“Ci sono stati gli attacchi a Parigi, adesso questo. E’ un mondo spaventoso in cui vivere. Tutti noi che viviamo nel mondo dello spettacolo e della musica possiamo combattare continuando a fare quello che facciamo. Per questo credo che la potente forza delle arti sia la nostra risorsa, quella con cui lottare” afferma il compositore Andrew Lloyd Webber.

Scioccata anche l’attrice Glenn Close che pensa alla necessità di eleborare quello che avviene anche se si ripresenta troppo frequentemente. Evoca un amico gay che non riesce a credere che adesso anche per andare in discoteca bisognerà perquisire le persone. “Non si puo’ vivere cosi’”.

GABRIEL BYRNE, attore: “Non ci si interroga solo sull’assurdità di quello che è successo ad Orlando perchè ad Orlando puoi comprare un fucile d’assalto senza alcun porto d’armi ma versare del sangue, il sangue dei gay per salvare i fratelli è una schifezza”.

DANNY BURSTEIN, attore: “Non riuscivo a crederci, è accaduto ancora. Continua ad accadere. E noi lasciamo che passino queste leggi sulle armi e mettiamo gente al potere che nel programma lascia queste libertà”.

GLORIA ESTEFAN, cantante: “ E ‘doloroso, orribile. Quando mi sono resa conto ho pensato, ‘Oh Signore, che altro?’ Ogni giorno ci ritroviamo davanti alla follia ed è il mondo che stiamo consegnando ai nostri figli. Quel che possiamo fare è cercare di allevare una nuova generazione con tanto amore, insegnare loro ad amare e non ad odiare. Bisogna fuggire dalla violenza, solo questo potrà fare la differenza”.

La 70esima cerimonia dei Tony Awards è stata dedicata alla vittime di Orlando.

Prossimo Articolo