ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Orlando: Trump vuole mettere al bando i musulmani, Clinton e Sanders le armi automatiche

Dalla condanna assoluta dei rappresentanti della comunità musulmana, automaticamente chiamata in causa dopo la strage, fino agli attacchi di Donald Trump contro i…

Lettura in corso:

Orlando: Trump vuole mettere al bando i musulmani, Clinton e Sanders le armi automatiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla condanna assoluta dei rappresentanti della comunità musulmana, automaticamente chiamata in causa dopo la strage, fino agli attacchi di Donald Trump contro i musulmani. Le reazioni all’attentato nella discoteca di Orlando sono stati immediate. Nihad Awad, Direttore esecutivo del Consiglio per le relazioni americano-islamiche:

“Si tratta molto semplicemente di un crimine odioso e lo condanniamo con la massima fermezza possibile. Qualcosa di contrario ai nostri principi in quanto americani e in quanto musulmani. Non lasciamo spazio a dubbi: non abbiamo alcuna tolleranza per queste forme di estremismo” ha detto in conferenza stampa a Washington.

La candidata democratica alla Casa Bianca Hillary Clinton ha espresso attraverso un Tweet solidarietà e vicinanza alle vittime di quello che ha definito “un atto orribile”.

Subito pronto invece a monetizzare in termini elettorali la strage, come già avvenuto dopo gli attacchi di San Bernardino, Donald Trump ha fatto leva sul ventre molle del Paese e ha rilanciato l’idea di bandire i musulmani dagli Stati Uniti, accusando il Presidente Obama di lassismo.

Il candidato democratico alla Casa Bianca Bernie Sanders è tornato ad attaccare le politiche in materia di vendita ed accesso alle armi automatiche: “È da 25 anni che sono convinto che in questo Paese non dovremmo vendere armi automatiche, armi progettate per uccidere la gente” ha detto Sanders.

Immediata anche la reazione della popolazione di Orlando: una vera e propria gara di solidarietà con centinaia di cittadini in fila per donare il sangue e contribuire alla cura degli oltre cinquanta feriti.