ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Iraq, l'esercito avanza verso Mosul

mondo

Iraq, l'esercito avanza verso Mosul

Pubblicità

Un altro centro, a sessanta chilometri da Mossul nel nord dell’Iraq, è sottratto sottratto al controllo dello Stato islamico. È un’avanzata lenta quella dell’esercito iracheno e al prezzo di intensi combattimenti, Mosul la roccaforte dei militanti dell’Isis, resta l’obiettivo finale.

https://twitter.com/MCurrents/status/742341626069188608

Altro fronte decisivo, Falluja, nel centro. L’esercito si trova alle porte della città dove è stato aperto un corridoio umanitario, grazie al quale circa 4 mila abitanti sono riusciti a fuggire nelle ultime 24 ore.

Così i profughi raccontano la vita nella città sotto assedio: “Non ci davano né cibo né medicine – afferma una ragazzina – lo Stato islamico ha inflitto solo morte e caos. Tante persone sono state uccise nei bombardamenti o sono morte di fame. E quelli che sono rimasti a Falluja sono dei condannati a morte”.

Sono oltre 27500 le persone che sono riuscite a scappare da Falluja dalla fine di maggio scorso, quando le forze armate di Baghdad hanno avvertito la popolazione di tenersi pronta a lasciare le proprie case. Ora i profughi si trovano ammassati in un campo a 30 km dalla città, dove sono rimasti bloccati circa 50 mila civili.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo