ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Parigi: 1500 agenti vigilano nel giorno di Turchia-Croazia, partita a rischio

mondo

Parigi: 1500 agenti vigilano nel giorno di Turchia-Croazia, partita a rischio

Pubblicità

Dopo le violenze di Marsiglia, il dispositivo di sicurezza è stato rafforzato a Parigi nel giorno di Turchia-Croazia. 1500 gli agenti schierati per vigilare la zona dello Stadio Parc des Princes e la fan zon sui giardini di Champ-de-Mars, ai piedi della Tour Eiffel. La partita è classificata a livello 3, su una scala di 4, tra quelle a rischio incidenti. La miccia potrebbe essere l’inno dei tifosi croati che canta l’odio nazionalista contro gli stranieri. A fare paura sono anche gli ultrà della Dinamo Zagabria arrivati in massa con i tifosi croati. Si temono anche gli ultrà parigini che potrebbero non aver dimenticato gli scontri violenti del 2001 durante la partita di Champions League Paris Saint Germain-Galatasaray.

“Non potremo mai essere totalmente al sicuro, penso che ci sia la giusta vigilanza, il minimo necessario”, dice un giovane parigino.

“La fan zone è probabilmente il luogo più sicuro dove poter guardare la partita, la sicurezza è piuttosto buona lì. Ognuno è controllato quando entra e il prezzo della birra non è male”, dice un tifoso inglese.

Ma ora nelle città dell’Europeo potrebbe scattare il divieto di vendere alcolici. E’ una delle misure pensate dopo che Marsiglia si è trasformata in un teatro di guerra urbana per la partita Inghilterra-Russia. 35 feriti, soprattutto inglesi, uno è in fin di vita dopo essere stato preso a sprangate da un gruppo di russi. Dieci gli arresti e molte le polemiche sulla sicurezza. L’Uefa ha aperto un procedimento disciplinare nei confronti della Russia.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo