ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Euro 2016: l'odissea dei tifosi ucraini per ottenere il visto dalla Francia

mondo

Euro 2016: l'odissea dei tifosi ucraini per ottenere il visto dalla Francia

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Tifosi ucraini in panchina all’Euro.

A Kiev, davanti all’ambasciata francese, alcuni appassionati di calcio sono venuti a protestare contro il rifiuto di rilasciare il visto per assistere alle partite. Tra le persone che non hanno ottenuto il documento, Volodymyr, otto anni, una piccola celebrità, diventato la mascotte della nazionale ucraina per la sua passione.

“È il campionato europeo, voglio davvero vederlo, – dice -. Ho pianto, mi sono arrabbiato. Abbiamo comprato i biglietti delle partite in anticipo, abbiamo comprato i biglietti per l’aereo, abbiamo prenotato gli alberghi, ma non abbiamo avuto il visto”.

Il padre spiega di aver ricevuto una risposta nella quale l’ambasciata francese sosteneva che lo scopo della visita non era chiaro. Secondo gli attivisti sarebbero un centinaio i tifosi a cui la Francia non ha concesso l’ingresso. Per Julie Fort, del servizio stampa dell’ambasciata, non sarebbero più di 50: “Nel mese di maggio solo il 2 per cento dei richiedenti non ha ottenuto il visto. E stiamo cercando di rilasciarli in tempo per l’Euro”.

I manifestanti affermano che ci sono anche un migliaio di tifosi in attesa di una risposta da settimane, mentre di solito ci vogliono 15 giorni al massimo.

La prima partita dell’Ucraina è prevista per il 12 giugno contro la Germania a Lilla.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo