ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Al via il Ramadan: mese sacro dell'Islam che rilancia speranze di pace

mondo

Al via il Ramadan: mese sacro dell'Islam che rilancia speranze di pace

Pubblicità

Inizia il Ramadan e il via al mese sacro dell’Islam rilancia in tutto il mondo speranze di distensione e di pace. A segnare l’inizio delle celebrazioni, come nella moschea Istiqlal di Giakarta, è la tradizionale preghiera del tarawih, che saluta il tramonto. Particolare il bagaglio di aspettative di cui la festività si carica, soprattutto in zone di conflitto.

Israele allenta le restrizioni ai movimenti: il sollievo di Cisgiordania e Striscia di Gaza

A regalare sollievo alla popolazione di Hebron, in Cisgiordania, è l’annuncio delle autorità israeliane che, per tutto il mese, allenteranno le restrizioni agli spostamenti, abitualmente imposte ai residenti di Striscia di Gaza e Cisgiordania. “Nonostante si viva sotto l’occupazione e nonostante tutto quanto accade intorno a noi – dice un residente – il Ramadan è un momento che riusciamo a vivere con grande gioia”.

Qualche centinaio le persone a cui, dalla Striscia di Gaza, sarà permesso il pellegrinaggio alla Moschea di Al Aqsa, di Gerusalemme Est.

Damasco e un Ramadan in tono minore

E se la Siria, piegata dalla guerra civile, alle telecamere offre scene di ordinaria quotidianità, anche dai banchi del mercato della capitale Damasco emergono però voci che tradiscono un Ramadan in tono minore. “Nel complesso il morale della gente è basso. A molti, poi, la situazione economica non permette di comprare i dolciumi e tutto ciò che la tradizione prevede per i festeggiamenti”.

Oltre un miliardo e mezzo in tutto il mondo i musulmani che, per tutto il mese del Ramadan, fino al 5 luglio saranno quest’anno saranno chiamati ad astenersi da cibo, bevande fumo e rapporti sessuali, dall’alba fino all’apparire della luna al tramonto.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo