ULTIM'ORA

Lettura in corso:

MotoGP: Rossi trionfa nel Gran Premio di Catalogna

speed

MotoGP: Rossi trionfa nel Gran Premio di Catalogna

Pubblicità

Benvenuti a Speed. Per trovare l’ultimo ‘non spagnolo’ vincitore del Grand Prix di Catalogna occorre risalire al 2011, quando l’australiano Casy Stoner tagliò per primo il traguardo, nella corsa verso il suo secondo titolo mondiale.

I tifosi locali speravano di festeggiare ancora, visto che Marc Marquez si era assicurato la pole position. Ma il pilota della Honda non è stato in grado di sfruttare il vantaggio di correre in casa.

Rossi torna alla vittoria

È infatti Valentino Rossi a vincere il Gran Premio di Catalogna. Il pilota della Yamaha si impone sul circuito di Montmelò dopo una gara condotta quasi sempre in testa.

Per il dottore, che di fatto riapre così la corsa al titolo mondiale, si tratta della decima vittoria sul tracciato catalano.

Partito in seconda fila, dopo il quinto tempo realizzato nelle qualifiche, Rossi al secondo giro realizza il miglior tempo e al diciannovesimo prende la testa della gara.

Quando mancano solo otto giri alla fine Iannone scivola contro la M1 di Lorenzo e lo spagnolo, che guida la classifica piloti, è fuori combattimento.

Rossi, che ha dedicato la vittoria a Luis Salom, alla fine della gara ha stretto la mano a Marquez. Pace fatta dunque tra i due piloti dopo le polemiche che lo scorso anno avevano avvelenato
il finale di stagione.

L’anno della Ducati

Valentino Rossi non è l’unico pilota ad aver sfidato gli spagnoli in casa loro. Torniamo al 2007 quando Casey Stoner ribaltò i pronostici, consegnando alla Ducati il primo, e finora unico, Campionato del Mondo di MotoGP.

Casy Stoner nel 2007 sembrava semplicemente imbattibile. Su una delle piste preferite da Rossi, l’australiano, pur in sella a una moto apparentemente meno agile di quella dell’avversario, diede prova di grande maturità agonistica. Niente da fare per l’allora cinque volte campione del mondo. Il dottore si dovette inchinare allo strapotere di Stoner che sul circuito di Catalogna vinse il quarto Gran Premio dei sette disputati.
La stagione strepitosa dell’australiano fruttò alla Ducati il primo e unico titolo mondiale.

L’omaggio a Luis Salom

La morte di Luis Salom, in seguito all’incidente avvenuto durante le libere di venerdì, ha sconvolto il mondo dei motori.
Si tratta del primo incidente fatale dal 2011, quando Marco Simoncelli morì durante il Gran Premio di Malaysia. Un tragico promemoria di quando questa disciplina possa essere pericolosa.

Un minuto di silenzio per ricordare Luis Salom. L’hanno osservato, prima delle gare, i piloti delle tre categorie, gli organizzatori e il pubblico.

L’incidente mortale è avvenuto sul circuito di Montmelo al dodicesimo giro, quando ancora mancavano venti minuti alle conclusione delle libere.

Dopo lo schianto contro le barriere lo spagnolo, 24 anni, è stato immediatamente trasportato all’Hospital General de Catalunya e subito sottoposto a un intervento chirurgico che non è servito a nulla.

Durante l’omaggio lo svizzero Jesko Raffin, compagno di squadra di Salom, non è riuscito a nascondere le lacrime. Lui ha rinunciato alla gara.

Grand Prix di motocross

L’appuntamento è per la prossima settimana con una nuova puntata di Speed, dedicata al Gran Premio di Formula 1 in Canada.
Nel frattempo vi lasciamo con le immagini del Gran Prix di motocross disputatosi questo fine settimana in Francia.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo