ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Yemen, una guerra dimenticata

insiders

Yemen, una guerra dimenticata

In partnership con

Oltre 6 mila persone sono morte, la metà delle quali civili. Gli sfollati sono milioni. E l’83 per cento della popolazione ha urgente bisogno di aiuti – che si tratti di cibo, acqua, carburante o servizi igienici. Eppure il mondo non sembra preoccuparsi della guerra in Yemen, che infuria da più di un anno.

Le Nazioni Unite hanno lanciato un appello di raccolta fondi… e hanno ottenuto solo il 16 per cento di quanto richiesto. Lo Yemen è sull’orlo della carestia.

Il nostro inviato Mohamed Shaikhibrahim è andato in Yemen, dove ha incontrato entrambe le fazioni: il governo appoggiato dalla coalizione araba e gli Houthi, un gruppo ribelle sostenuto anche da disertori dell’esercito. Ha documentato la vasta distruzione del paese e ha parlato con i civili vittime del fuoco incrociato. Ha esaminato le armi: leggere e pesanti, incluse bombe a grappolo, razzi Grad, missili… per la maggior parte fornite da paesi occidentali, ma anche molto probabilmente dall’Iran o contrabbandate, come ci spiega Pieter Wezeman dello Stockholm International Peace Research Institute – SIPRI -, specializzato nella vendita di armi e nelle spese militari.

Un’impresa non facile, per un giornalista, fare il suo lavoro in Yemen. Mohamed Shaikhibrahim ce ne parlerà in un’intervista in cui abbiamo approfondito alcuni degli argomenti trattati nel suo reportage.

Prossimo Articolo