ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il Brasile rimane in recessione

economia

Il Brasile rimane in recessione

Pubblicità

Il 2016 del Brasile si apre così come si era chiuso il 2015, nel segno della recessione. Nel primo trimestre il Pil del Paese sudamericano è calato dello 0,3%, rispetto ai tre mesi precedenti.

Un risultato che ha, comunque, sorpreso gli analisti, che avevano preventivato un calo assai più marcato: -0,8 per cento.

Rispetto a un anno fa, il prodotto interno lordo brasiliano è crollato del 5,4 per cento. Per l’intero 2016 è prevista una contrazione del 4 per cento.

Gli investimenti sono calati per il decimo trimestre di fila, anche se il -2,7% di gennaio-marzo 2016 è il dato migliore da metà 2014.

Tra scandali politici, casi di corruzione e il brusco rallentamento, gli anni del grande sviluppo appaiono lontani e il Paese è sprofondato nella peggior crisi economica dagli anni ’30.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo