ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il Brasile si mobilita dopo la violenza di gruppo su un'adolescente

mondo

Il Brasile si mobilita dopo la violenza di gruppo su un'adolescente

Pubblicità

È tra lo sdegno e lo stato di shock che il Brasile sta reagendo allo stupro avvenuto in un quartiere della periferia di Rio de Janeiro. Vittima una ragazzina di 16 anni, violentata dopo essere stata drogata da 33 uomini che poi hanno pubblicato sui social network foto e video della violenza.

Un crimine che ha mobilitato anche la politica, tra cui Dilma Rousseff, prima donna presidente del Brasile, ora sospesa dalla carica che ha espresso solidarietà alla giovane. Mentre per i prossimi giorni sono state indette delle manifestazioni per denunciare la violenza sulle donne
‘‘Siamo di fronte a un crimine barbaro che deve mobilitare tutti per la gravità della situazione – denuncia Arlansa Rebello, coordinatrice della difesa civica – Un crimine che riflette il conservatorismo che permane nella nostra società, ancora patriarcale”.

La polizia sta dando la caccia ai responsabili dello stupro. 4 sono già stati identificati, tra cui il ventenne con cui la ragazza aveva una relazione.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo