ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Francia: scontri a Parigi, governo in 'ordine sparso' su modifiche a riforma Lavoro

mondo

Francia: scontri a Parigi, governo in 'ordine sparso' su modifiche a riforma Lavoro

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Manifestazioni, raffinerie bloccate, scioperi dei trasporti e paralisi nei porti e nelle centrali elettriche e nucleari.

Lo scontro sulla riforma del lavoro in Francia prosegue senza tregua. Il governo sembra agire in ordine sparso: il premier Manuel Valls esclude modifiche all’articolo che sostituisce gli accordi aziendali con quelli di categoria, il ministro delle Finanze apre alla discussione.

“Abbiamo un primo ministro che pianta i piedi e che dice si può cambiare un po’ l’articolo che pone i maggiori problemi, ma senza ritirare il testo – spiega Jean-Claude Mailly, segretario generale di Force Ouvrière – Quindi la risposta da parte nostra è No. Fino a quando il Premier rimarrà sulle sue posizioni, il conflitto continuerà”.

“Oltre il 70% dei francesi è a favore del ritiro del disegno di legge e la percentuale è in crescita – sostiene Philippe Martinez, segretario generale della CGT – Al contrario di quanto sento dire dai rappresentanti del governo non siamo né una minoranza, né una setta o qualsiasi altra cosa”.

A Parigi almeno 10 persone sono state arrestate dopo che una parte dei dimostranti – con il volto coperto – ha deviato dal percorso seguito dal corteo, ha scagliato bottiglie contro gli agenti.

E mentre si registrano i primi cali di produzione di energia in 10 centrali nucleari, nel sud della Francia, un automobilista ferisce gravemente un rappresentante sindacale forzando un blocco davanti alle raffinerie.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo