ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Egyptair, il Cairo smentisce: "Nessuna eplosione a bordo"

mondo

Egyptair, il Cairo smentisce: "Nessuna eplosione a bordo"

Pubblicità

Nessuna esplosione ci sarebbe stata a bordo dell’Airbus 320 Egyptair precipitato nel Mediterraneo lo scorso 19 maggio. Le autorità egiziane smentiscono la notizia diffusa in un primo momento e basata sulle dichiarazioni di un medico legale egiziano che fa parte del team investigativo e che ha esaminato i resti umani.

Tutti gli 80 resti umani portati al Cairo finora, aveva detto il medico, sono piccoli e tra questi “non c‘è ne nemmeno uno che sia il pezzo intero di un corpo, come un braccio o una testa”.
“La spiegazione logica”, per il medico, “è che si è trattato di una esplosione.” Ma dal Cairo arriva la smentita, la seconda.

Le autorità del Paese avevano già bollato come non vere le dichiarazioni del ministro greco della Difesa Panos Kammenos che aveva detto che l’aereo aveva compiuto improvvise virate prima di scomparire dagli schermi radar. L’Egyptair era partito da Parigi ed era diretto al Cairo con 66 persone a bordo e si è inabissato a nord di Alessandria d’Egitto.

Per la verità si confida nelle scatole nere, le ricerche per localizzarle proseguono nel Mar Mediterraneo.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo